Maltese

Maltesi Contino - IGC

La razza Maltese ha le sue lontane origini nel versante medio-orientale del bacino del Mediterraneo. Sono due le ipotesi principali sulle sue origini: per molti autori deriva con molta probabilità da incroci effettuati tra capre nordafricane ed italiane, secondo altri ha origini comuni con la capra Nubiana, con la quale condivide alcuni caratteri morfologici primari (mole, lunghezza orecchie…)

DiffusioneMAL_mappa_italia
Fu introdotta nell’Italia meridionale e in quella insulare dalla Tunisia. Oggi è presente in Sicilia, Sardegna, Basilicata, Calabria e Puglia.

Il suo Libro Genealogico (L.G.) nazionale risale al 1976.

Consistenze
Nel 2012 risultano iscritti al L.G. nazionale 2396 capi.
Il valore della popolazione effetiva (Ne) è attualmente stimato in 773 capi.

Attitudini e produzioni
La razza è a prevalente attitudine lattifera.
La produzione media di razza a 210 giorni nel 2012 è stata di 311±141 litri di latte.

Caratteri tipici della razza
La taglia degli animali è media, il mantello preferibilmente di colore bianco con possibilità di pezzature nere. Tenuto conto delle sue lontane origini la testa si presenta interessata da maculature più o meno estese di colore nero corvino. Pelle di colore bianco-roseo con eccezione delle zone in cui è presente la pezzatura. In alcuni soggetti la pelle presenta delle zone pigmentate o delle punteggiature nere.

Per il Disciplinare del L.G. della razza clicca sul link qui sotto:
http://www.assonapa.it/norme_ecc/caprini_llgg/maltese.htm

(Fonti: Assonapa e Atlante delle Razze Autoctone – Bigi & Zanon)

Maltesi Fazio