Capestrina

capestrina

La probabile area di origine di questa popolazione caprina è la dorsale dei Monti Lepini, Ausoni ed Aurunci (regione Lazio).

Diffusione

La zona di allevamento è situata nel sud del Lazio con principale consistenza nell’area di origine sulle dorsaliGRI_mappa_italia delle province di Roma, Frosinone e Latina dei Monti Lepini, Ausoni ed Aurunci. Una diffusa presenza si riscontra anche nei monti del Gruppo delle Mainarde ed in Val Comino. Ultime propaggini di diffusione sembrano i Monti Prenestini in provincia di Roma.

Consistenze

La razza possiede un Registro Anagrafico. La consistenza stimata nel 2014 è circa 830 capi.

Attitudini e produzioni

Rispetto alle altre razze del Lazio, questa non è totalmente dedicata alla produzione di latte. Viene generalmente allevata per la produzione del capretto e munta per un periodo limitato dopo la vendita di questo.

Caratteri tipici della razza

Di taglia grande, mantello generalmente nero zaino o nero maltinto focato uniforme su tutto il corpo e con arti chiari con linea nera anteriore. Possono esserci alterazioni del pigmento che creano o filamenti dorsali marroni o aree bianche ventrali e perianali. Presenti le corna in entrambi i sessi.

(Fonti: Assonapa e Atlante delle Razze Autoctone – Bigi e Zanon)